Libertà Digitali

Come va la GPLv3?

La Licenza GPLv3 ha fatto molto parlare di se: durante la stesura, nel momento del rilascio e dopo il rilascio. Questo è anche logico, considerando la portata dell'evento. Ma alla fine a parlare saranno come sempre i fatti e in questo caso il successo della licenza sarà decretato dal numero di adozioni, da quanti decideranno cioè di adottare questa licenza per la distribuzione delle proprie opere. Sembra proprio che, nella pratica, la GPLv3 stia riscuotendo un ottimo successo.

Oggi parliamo di Hardware

Si parla continuamente di software, di software libero, di software open source, di software proprietario. Alla fine di tutte queste discussioni sul software si arriva sempre ad una sola conclusione: con l'utilizzo di sistemi operativi e software proprietari non siamo noi che utilizziamo le nostre macchine, ma altri lo fanno per noi. Ci illudiamo soltanto di essere i proprietari di uno strumento informatico, ma non è così. Anche per quanto riguarda l'hardware però la situazione non è certamente migliore.

Linux Desktop: le preferenze degli utenti nel 2007

Qualche giorno fa, avevo riportato un sondaggio Gnome/KDE, tra l'altro nemmeno molto attendibile, visto che sembra proprio che sia Gnome ad avere la meglio su KDE. DesktopLinux (webzine internazionale) ogni anno raccoglie le preferenze degli utenti del mondo Gnu/Linux per quanto riguarda distribuzione, desktop, browser, email client, ecc.... . Da notare il numero dei partecipanti al sondaggio: nel 2006 sono stati 14.535, nel 2007 addirittura 38.500.

Vatti a fidare di Skype........

e dei programmi a formato chiuso. Sembra che, Skype per linux, vada a curiosare, senza nessun motivo, dentro le macchine dove viene installato e invia i dati che raccoglie in internet. Ora non resta che aspettare il commento ufficiale di Skype. Il software che ha permesso di scoprire tutto questo è AppArmor.

Via ZioBudda, ecco la notizia completa con i link

Cose da Oltre oceano....

un ragazzo degli Stati uniti ha commesso dei reati informatici ed è stato condannato. Le autorità governative, oltre la condanna, hanno deciso di installare sulla macchina del ragazzo un software di controllo per le connessioni internet. Il ragazzo utilizza Ubuntu. Il software governativo gira sotto Windows. Allora? O il ragazzo spende fior di dollari e installa sistemi operativi e software proprietario (leggasi Windows), oppure non potrà più utilizzare il suo P.C. .

fonte ossblog.it

Debian in video

ieri sera, come mi succede spesso, sono andato su You Tube, per selezionare alcuni video dello "zecchino d'Oro" per la mia bimba ("il coccodrillo come fà" è il più gettonato). Ormai sono diventato espertissimo e conosco tutte le canzoni a memoria. Non di rado mi capita di svegliarmi la mattina e canticchiare "quarantaquattrogatti" o "il valzer del moscerino). Poi finalmente, quando la macchina si è nuovamente resa disponibile, sono rimasto su You Tube e ho impostato una ricerca semplicissima: debian.

Formati Open Document (o presunti): tiriamo le somme

I dati pubblicati da Slashdot parlano chiaro: se si fà un confronto fra i documenti pubblicati in rete in formato OpenDocument (ODF) e in formato OOXLM, il rapporto è di uno a dieci in favore di ODF e, per la precisione: 13.400 documenti in formato ODF, solo 1.329 nel formato OOXLM. Sembra che non ci siano dubbi su quello che sono le preferenze degli utenti. Leggendo il titolo sembra che i due formati siano posti sullo stesso piano (in base alla definizione Open).

Mappa interattiva del kernel di Linux

La documentazione sul kernel di Linux è immensa e ovunque si possono trovare articoli, libri e guide. leggo su ossblog.it della creazione di una mappa interattiva delle funzioni del kernel di linux. Basta individuare l'area che ci interessa, cliccarci sopra ed ottenere così una documentazione dettagliatissima.

Ecco il sito con la mappa interattiva.

Volete dire addio a Microsoft®Windows® ?

E sostituirlo con Debian (il sistema operativo universale)? Vi dico come fare ma, attenzione, il procedimento è irreversibile. Poi dopo non venite a piangere perchè siete pentiti! Che cosa farei io? Semplice: rifarei quello che ho fatto dieci anni fà...

Allora, accendete una macchina con Microsoft® Windows® installato, andate

in questa pagina, seguite le istruzioni e... buon divertimento.

Arte libera e licenze Creative Commons

Si parla quasi sempre di software libero e mi sembra giusto in un ambiente di utilizzatori di software libero. Le idee di lavorare con licenze libere sono però molte, in tanti settori. In quest'ottica segnalo il CC-Festival- SM4X, che si terrà a Parma il 31 agosto e 1 settembre 2007. il "CC-Festival va preso per quello che è: un esperimento nato dall'idea è di lavorare "hands-on" con le licenze libere.

Condividi contenuti