Debian

Il compleanno del contratto sociale Debian

05/07/2007: il contratto sociale Debian compie 10 anni. La versione 1.0 è stata infatti approvata il 5 luglio 1997.

Il punto primo del contratto recita:

  1. Debian rimarrà libera al 100% Forniamo le linee guida che usiamo per determinare se un'opera sia "libera" nel documento intitolato "The Debian Free Software Guidelines". Promettiamo che il sistema Debian e tutte le sue componenti rimarranno liberi in accordo con le citate linee guida.

Modifica ai Menù Debian

Con una Mail del 7 luglio viene comunicato l'inizio alla transizione per la modifica del Menù Debian, discussa nel bug numero #361418.

Nel resto del post le modifiche che verranno effettuate...

Gconf: il registro di Gnome

Gconf è il registro di Gnome. Lo si trova in >applicazioni>strumenti di sistema>editor della configurazione. Ovviamente vi si accede da root e, ovviamente vi si può accedere anche da terminale root con il comando: gconf-editor. Questa breve guida che presento (è in inglese) non è molto approfondita, ma ben fatta e sufficiente per prendere confidenza con l'editor del registro.

Questo è il link alla pagina

segnalato anche da ossblog

Linux Kernel in a Nutshell

Il titolo di questo post è anche il titolo di un bellissimo libro:

Linux Kernel in a Nutshell by Greg Kroah-Hartman pubblicato da O'Reilly

E' veramente un testo molto bello e sicuramente tra i più utili che mi sia capitato di esaminare.

Nuove News da Debian

debian, attraverso il sito ufficiale e per mailing list, pubblica notizie settimanali, utili per chi vuole conoscere le news dal mondo Debian, lo stato di avanzamento delle distribuzioni, i movimenti sui pacchetti, i bugs, ecc.. . L'ultima notizia "settimanale" risale al 24/04/2007. Finalmente, dopo oltre due mesi, con data 03/07/2007, è uscito il nuovo bollettino.

Accedere da windows a partizioni gnu/linux

Spesso ci si preoccupa di vedere una partizione windows da gnu/linux e, magari modificarne i contenuti. In questo senso i problemi, dovuti principalmente al fatto che Microsoft tiene nascoste le specifiche dei suoi sistemi operativi e, in questo caso del filesystem, sono stati praticamente tutti risolti. Gnu/linux invece è un sistema aperto e le specifiche dei fylesystem sono visibili da tutti.

Provare Compiz-fusion in sid o Ubuntu.

Beryl e compiz hanno fatto pace e il progetto è stato riunificato sotto il nome di Compiz-fusion. Sarà sicuramente un bene per Gnu/Linux. Ma queste cose le sappiamo tutti. Il progetto è ancora in fase sperimentale e non ci sono repository ufficiali. Però i sistemi per provare ad installarlo ci sono.

Ati: nuovi driver pacchettizzati per debian

per i molti utilizzatori di schede Ati riporto la notizia così come l'ho trovata su questo sito
dove trovate anche, se vi interessa, il repository dal quale installare. Si tratta dei driver Ati 8.38.6. Non sono una novità vera e propria, ma solo un bugfix della precedente versione. Questi driver, come dice l'articolo, funzionano solo con server XOrg 6.7, 6.8, 6.9, 7.0, 7.1 or 7.2, più di preciso non riconoscono la versione corretta del xserver-xorg-core 1.3.

Applicazioni: Gnu/Emacs il terribile.

Già a sentire il nome, molti utilizzatori Gnu/Linux sentono un brivido sinistro e cominciano a sudare. In realtà le cose non stanno proprio così. Alcune applicazioni sono conosciute, solo per sentito dire, come estremamente difficoltose e ormai fuori da ogni logica moderna. Queste cose accadono anche con le distribuzioni. E' anche il caso di Debian, conosciuta come distribuzione ostica e difficilissima da installare e configurare. Tutti sappiamo però che questo non è vero. Basta apprendere alcuni facili meccanismi di installazione e di configurazione e , se non ci sono problemi di driver (ma questo è un problema di tutte le distribuzioni), Debian si rivela alla fine facile e completa. Torniamo però a Gnu/Emacs. Ogni buon hacker (nel senso buono) o più semplicemente, ogni buon utilizzatore di sistemi Gnu/Linux, dovrebbe installare e imparare ad utilizzare Gnu/Emacs. I motivi, più o meno contestabili, sono molti. Emacs non è semplicemente un buon editor (quindi ottimo per editare tutti i file ascii) e un valido complemento per Phyton, Perl, Lisp, C, C++, Java e compagnia bella, è un ambiente completo. Con Emacs si può gestire il web, la posta elettronica, si possono eseguire protocolli come telnet e molto altro ancora. Ecco alcune semplici regole per instaurare fin da subito, un rapporto di simpatia e amicizia con Emacs.......

Leggi il resto......

Condividi contenuti