Blog

Vatti a fidare di Skype........

e dei programmi a formato chiuso. Sembra che, Skype per linux, vada a curiosare, senza nessun motivo, dentro le macchine dove viene installato e invia i dati che raccoglie in internet. Ora non resta che aspettare il commento ufficiale di Skype. Il software che ha permesso di scoprire tutto questo è AppArmor.

Via ZioBudda, ecco la notizia completa con i link

Cose da Oltre oceano....

un ragazzo degli Stati uniti ha commesso dei reati informatici ed è stato condannato. Le autorità governative, oltre la condanna, hanno deciso di installare sulla macchina del ragazzo un software di controllo per le connessioni internet. Il ragazzo utilizza Ubuntu. Il software governativo gira sotto Windows. Allora? O il ragazzo spende fior di dollari e installa sistemi operativi e software proprietario (leggasi Windows), oppure non potrà più utilizzare il suo P.C. .

fonte ossblog.it

Clearlooks + Gummy per Debian Lenny e Sid

Come si dice: anche l'occhio vuole la sua parte....... . Il D.E. Gnome non è certo il massimo per quanto riguarda l'aspetto grafico. Un italiano Cimi (molto bravo), modificando il tema di default per Gnome (Clearlooks), ha creato Clearlooks-Gummy, un tema GTK veramente ben fatto e gradevole. Non sarebbe cosa sbagliata se Gnome lo adottasse come tema di default.

Quì l'articolo completo (via ZioBudda)

Off Topic: immaginiamo che... (introduzione al software libero)

Capisco che forse con l'immaginazione sto esagerando, ma lo voglio dire lo stesso. Immaginiamo che domani mattina, il presidente degli Stati Uniti d'America si svegli e decida un embargo (blocco degli scambi commerciali) nei confronti dell'Europa (oppure solo dell'Italia). Lo può fare tranquillamente. Di questo embargo, immaginiamo facciano parte anche le licenze software. I produttori di software proprietario degli Stati Uniti d'America si dovrebbero adeguare e ritirare le proprie licenze ai paesi soggetti all'embargo.

Per i patiti dei gadgets (Ubuntumania)

Dove andiamo oggi a fare shopping? Ma naturalmente su Canonical, perchè, ammesso che ce ne fosse stato bisogno, la Canonical ha aperto un negozietto on-line dove si vendono gadgets Ubuntu. Per ora il negozio è un pò piccolino (da Canonical c'era da aspettarsi molto di più) ma intanto si comincia...poi si vedrà. Per chi non ha di meglio da fare, ecco l'indirizzo:

https://shop.canonical.com/index.php?currency=EUR

Da notare che anche i cd sono a pagamento!

GNOME o KDE?

I D.E. che vanno per la maggiore sono sicuramente Gnome e Kde, seguiti a distanza da Xfce e da W.M. come Fluxbox. Personalmente penso che sia molto difficile dire qual'è il migliore dei due d.e. perchè, oltre ai requisiti "tecnici", la scelta viene effettuata anche per simpatia, per filosofia del progetto, ecc.... . Al di là di questo, c'è chi ha provato a mettere a confronto Gnome e Kde e questi sono i risultati.

via ZioBudda il link alla pagina

L'ennesima intervista a Linus Torvalds

Le interviste a Linus non fanno più notizia. Quasi sempre le solite cose. Questa volta l'intervista è stata concessa a APCMAG.com. Si parla del Kernel 3, ma Torvalds esclude l'uscita, anche perchè, secondo lui (e a ragione) il numero di versione è solo una trovata a scopo propagandistico. Una cosa in particolare la voglio evidenziare: Sembra che il nostro Linus utilizzi Fedora e non abbia mai utilizzato Debian. Ovviamente io sò perchè non utilizza Debian: è molto semplice, Linus non è in grado di installarla!

Una pagina a caso in internet

Gironzolando per internet in un momento di stanca, mi sono imbattuto in questa pagina:

http://linux1913.spaces.live.com/default.aspx?partner=Live.Spaces&mkt=it-IT

guardate con attenzione in che pagina mi sono trovato, guardate la testata, guardate il titolo, guardate il profilo, guardate il libro degli ospiti. Non sò davvero cosa scrivere per commentare tutto questo. Ma non sò nemmeno cosa pensare. Ho solo aperto un post e segnalato la pagina.

Debian in video

ieri sera, come mi succede spesso, sono andato su You Tube, per selezionare alcuni video dello "zecchino d'Oro" per la mia bimba ("il coccodrillo come fà" è il più gettonato). Ormai sono diventato espertissimo e conosco tutte le canzoni a memoria. Non di rado mi capita di svegliarmi la mattina e canticchiare "quarantaquattrogatti" o "il valzer del moscerino). Poi finalmente, quando la macchina si è nuovamente resa disponibile, sono rimasto su You Tube e ho impostato una ricerca semplicissima: debian.

Formati Open Document (o presunti): tiriamo le somme

I dati pubblicati da Slashdot parlano chiaro: se si fà un confronto fra i documenti pubblicati in rete in formato OpenDocument (ODF) e in formato OOXLM, il rapporto è di uno a dieci in favore di ODF e, per la precisione: 13.400 documenti in formato ODF, solo 1.329 nel formato OOXLM. Sembra che non ci siano dubbi su quello che sono le preferenze degli utenti. Leggendo il titolo sembra che i due formati siano posti sullo stesso piano (in base alla definizione Open).

Condividi contenuti