Blog

Calendario 2011 debianizzati.org

Anche quest'anno il team debianizzati.org è orgoglioso di annunciare la disponibilità del calendario debianizzati 2011, tutto rigorosamente realizzato con programmi open source, ovvero: scribus-ng e GIMP.

Il calendario è disponibile in quattro formati liberamente scaricabili.

Il team debianizzati.org augura a tutti uno splendido 2011

pdf unico (single page) 3,2 MB

pdf pagine singole (multi page) 3,6 MB

png pagine singole (multi page) 3.0 MB

pdf debianizzato (single page) 4,0MB

Cosa è Debian GNU/Linux

Cosa è Debian GNU/Linux spiegato dal DPL Stefano Zacchiroli

VIDEO

Sid in dieci "ragioni"

Tanti contributi anche in questa nostra comunità vertono sul chiarire la natura del ramo instabile di Debian: Sid.

Come è in fondo comprensibile, la denominazione "instabile" la pone sotto una luce per molti aspetti immeritata.
Quante persone hanno avuto per le mani versioni alfa o beta di software importanti e articolati (di cui esempio sommo è il complesso del sistema operativo, ovviamente)?
Bene, tali esperienze sono, di primo acchito, trasportate al ramo di Debian in oggetto.
Tante voci, di fronte questi esempi, si levano contrarie.

La ragione, contrapposta a un torto, definitiva non esiste in questo contesto. Ragioni, nel senso di motivazioni di scelte, sì.

Il gioco "sporco" di Oracle

Notizia recente l'imminente rilascio di Oracle Open Office 3.3 e di Cloud Office. Non facciamoci trarre in inganno dal nome in quanto non è la versione aggiornata di openoffice.org bensì la versione prorpietaria di StarOffice.

Kernel libero per Debian 6.0 "Squeeze"

Altra nota positiva per il prossimo rilascio di Debian. Infatti l'imminente release 6.0 "Squeeze" verrà rilasciata con un kernel completamente libero, in accordo con le direttive della DFSG.

21/12/2010 R. Stallman a Bergamo e a Roma il 19

Come si legge dalla locandina martedì 21 dicembre alle ore 14 circa,  presso l'accademia Carrare di belle arti  di Bergamo, Richard Stallman terrà un incontro-conferenza su come i brevetti software ostacolano lo sviluppo del software stesso.

L'incontro è organizzato dalla organizzazione no profit ualuba.

Exim4: remote root vulnerability

Lo scorso 7 dicembre sulla mailing list Exim-dev[1] è stata segnalata la rilevazione di un attacco portato a termine con successo, al momento, contro un sistema Debian Lenny che installa il "mail transfer agent" (MTA) exim4 alla versione 4.69-9 [2]. Sembrerebbe che, almeno in parte, l'attacco sia portabile anche alla versione 4.72-2 di exim4 [3] che equipaggia tutte le altre distribuzioni Debian. La notizia è stata prontamente ripresa da Planet Debian [4] ed è attualmente attivamente discussa in [1].

Dagli elementi preliminarmente disponibili, sembrerebbe si tratti di un attacco (eseguibile anche da remoto) che sfrutta varie tecniche: la prima è il "buffer overflow"[5] per l'esecuzione di codice arbitrario tramite exim4; la seconda è una "privilege escalation"[6] ottenuta sfruttando una vulnerabilità di exim4 per eseguire codice arbitrario come utente privilegiato ('root').

Debian Installer 6.0 Beta2

È stata rilasciata la seconda beta del debian-installer.

Questo rilascio dell'installer è dedicato a Frans Pop, scomparso recentemente nel pieno dei suoi quarant'anni.

Ci sono ovviamente dei problemi noti, sicuramente alcuni ignoti e fortunatamente molte novità.

Cominciamo da quest'ultime. Le principali variazioni sono

DPN n.17

Disponibile il nuovo numero del Drbian Project News, in evidenza in questo numero troviamo:
* Debian GNU/Linux aggiornata: rilasciata la versione 5.0.7
* Sprint Debian WWW
* Supporto a ZFS in "Squeeze"
* Intervista con il Debian Developer Colin Watson
* Altre interviste della serie "This week in Debian"
* ... e molto altro.

Debianizzati n.5, disponibile la nuova e-zine !

Ebbene sì!

Nonostante le mille migrazioni, fatiche e logoramenti estivi ecco arrivare il numero 5 di "Debianizzati", sesta pubblicazione del progetto e-zine.

In questo numero ci sono stati vari cambiamenti: sia a livello dei contenuti, che a livello tecnico. È dunque tempo di aggiornarsi, come testimonia il titolo dell'annuncio, anch'esso in nuova forma per sottolineare questi passi in più che ha percorso il progetto.

Fra le novità avrete sicuramente notato che è scomparsa la versione offline dalle possibili varianti; la web-zine è rimasta anche se è a partire da ora considerata "legacy" e non verrà più riproposta in futuro. Le energie sono state concentrate nella produzione di un pdf unico (realizzato dal grandissimo samiel :)) e che sarà la base delle pubblicazioni future. Un'eventuale versione online potrebbe essere proposta in formato wiki, anche se questa possibilità deve ancora essere analizzata.

Condividi contenuti