blog di marbel

Creare la propria distribuzione on-line.

Il sito di partenza è: www.instalinux.com ed è un modo come un altro per installare una distribuzione GNU/Linux. Tra le varie distro di base c'è anche Debian Etch. È sufficiente attenersi alla procedura descritta nella System Designer e scegliere da una serie di distribuzioni proposte quella che si preferisce, compreso il software che si desidera includere. Il risultato finale sarà una piccola immagine ISO (30 MB o meno) che è possibile masterizzare su un CD per il boot.

Questa sì che è bella........

Ho un amico che ha una piccola azienda artigiana e, ha anche un computer collegato a internet (purtroppo solo Windows XP®). Tempo fa gli avevo installato Firefox per Windows® tanto per fargli provare un'alternativa a Internet Explorer®. Ha fatto qualche casino col software che utilizza e ieri ha chiamato un tecnico informatico per sistemare la cosa.

Debian Project News - 2 dicembre 2008

Welcome to this year's 16th issue of DPN, the newsletter for the Debian community. Topics covered in this issue include:

  • Etch-and-a-half installation images updated
  • GNU Affero General Public License suitable for Debian main
  • Security Teams Meeting in Essen
  • ...

Java e la piattaforma Linux (Debian Lenny).

"Nel 2004, Eric S. Raymond scrisse una lettera aperta al CEO di Sun Microsystems, Scott McNealy, invitandolo ad aprire Java rendendone il codice sorgente disponibile alla comunità opensource.
Da parte sua, invece, Richard Stallman divenne uno dei più strenui oppositori di Java invitando gli utenti a non installare un prodotto a sorgente chiuso qual era Java.
A distanza di due anni, Sun tacitò le polemiche rilasciando OpenJDK, piattaforma di sviluppo Java "a sorgente aperto".

Debian anche sul Googlefonino.

"Jay Freeman, anche conosciuto come saurik, è riuscito a portare una versione di Debian sullo smatphone G1. Già sviluppatore di alcune applicazioni per l'iPhone di Apple, Freeman è stato in grado di installare Debian Armel su una microSD in quanto i soli 128 MB a disposizione del Dream erano insufficienti per il sistema operativo e per i programmi.

Revolution OS: I e II.

In un post del 24 settembre scorso, avevo segnalato il doppiaggio in lingua italiana di un famosissimo video: Revolution OS. Come spesso accade, il link non è più valido.

Tips: download video flash da internet.

Questa volta non segnalo nessun programma o nessuna estensione per iceweasel. Si tratta di un sito che in modo facile e veloce permette di effettuare il download di video flash da internet. L'ho provato con YouTube e Google video e il risultato è perfetto: ora i video di "Revolution os I" e la "Breve storia del software libero I e II) sono sul mio harddisk.

I repository e la directory pool.

Storicamente i pacchetti erano contenuti nella subdirectory di dists corrispondente alla distribuzione di cui facevano parte. Questo portò a vari problemi, tipo un grosso consumo di banda di connessione dei mirror ogni volta che venivano fatti dei cambiamenti di grossa entità....

Quando le BBS contavano veramente.....

"Molti utenti pensano che il modem serva solo per navigare in Internet, ma non è così, molto tempo fa, quando internet era una rete militare universitaria degli americani, comparivano i primi modems, e come gli informatici di "a pie" non avevano accesso in quei giorni lontani, ci si collegava in certi posti che si chiamavano Bulletin Board System, BBS per gli amici"......

http://www.hackerart.org/storia/hacktivism/3_5_1.htm

McDonald's brevetta il metodo per fare i panini.

"Sembra uno scherzo, ma il brevetto c'è davvero: copre i metodi e gli attrezzi necessari per creare un sandwich, caldo o freddo, assemblando rapidamente tramite uno strumento apposito le parti che lo compongono.

Condividi contenuti