Non è tutto "oro" quell'..."Intel"...che luccica: gma500

Dopo quasi un anno dal (finora) felice acquisto di un portatile con processore e scheda video Intel (cpu della famiglia Atom) era finalmente giunto il momento di mettere l'adorata Debian su quella macchina. Non spaventatevi, il sistema operativo montato dal produttore è una Ubuntu 8.04 (per questo "acquisto felice").

Il "teorema" sembrava semplice: vi funziona Ubuntu, tutti i chipset di rilievo sono Intel, che pubblica driver liberi per le sue periferiche...FALSO!

Mi consola sapere che anche un DD come Holger Levsen fosse caduto nel facile teorema (fonte).

Purtroppo, allo stato attuale tutti i possessori del chipset Intel gma500, presente in moltissimi ultra-portatili con processore Atom, nome in codice Poulsbo, se vogliono avere un server X decentemente funzionante sotto Debian devono fare ben più ginnastica di un aptitude install ...

Speriamo che, come lo stesso Holger accenna nel 195° messaggio della discussione sopra citata (fondamentale per chi vuole le indicazioni di cosa e come è attualmente possibile fare), Intel capisca che perdere la già da un po' incrinata fama di pubblicare driver liberi per i suoi chipset rappresenti un danno economico facilmente evitabile.

GipPasso