Rilasciato il Debian Installer 6.0 Alpha1

Ringrazio il solerte xtow per la segnalazione.

Dopo un periodo più lungo del solito, è stato rilasciato un nuovo Debian Installer (d-i, d'ora in poi) da Lenny. La lentezza ha due cause: mancanza di forza lavoro, tale da spingere i team che si occupa del d-i a chiedere a tutti i volontari e volenterosi a contattarli per offrire una mano, e a profonde evoluzioni tecniche.

Prima di tutto, segnalo una caratteristica che manca da questo rilascio, l'installazione grafica. Il problema, che credono di poter risolvere per il prossimo rilascio, è dovuto a un problema alla sezione preposta al DirectFB della libreria GTK+.

I cambiamenti più visibili, sono i messaggi presentati durante l'installazione che ora possono offrire un'opzione d'aiuto. I messaggi che offriranno la possibilità di avere un'ulteriore messaggio di aiuto aumenteranno nei futuri rilasci, dato che il team del d-i crede, con ben fondate ragioni, che questo possa aiutare molto i nuovi utenti (io aggiungerei "volenterosi", cioè quella ristrettissima nicchia di coloro che leggono le scritte che compaiono loro davanti e non le ritegono ornamento al bottone "Avanti").

È cambiato il comportamento preimpostato di aptitude che d'ora in poi, se non esplicitamente istruito all'avvio, installerà anche durante la fase d'installazione i pacchetti raccomandati, a differenza da quanto fatto per Lenny e i precedenti rilasci. Il diverso comportamento predefinito, ovviamente modificabile dall'utente esperto, è inteso proprio per lasciare a chi conosce le conseguenze e sa rimediarle se necessario della non installazione dei pacchetti raccomandati.

È stato reso più flessibile la selezione della lingua, della località e del "locale" preferito, rendendoli meno interdipendenti. È cioè facile, grazie ai nuovi dialoghi che consentono di specificare, per esempio (tratto dall'articolo della notizia): la lingua inglese, la dislocazione teutonica con relativo CET come fuso orario e la localizzazione del sistema en_GB.UTF-8. Se si vogliono, già durante l'installazione, generare altre localizzazioni si può usando la modalità esperto.

È migliorato il supporto all'installazione dei vecchi rilasci e dei rilasci archiviati su archive.debian.org, gioia di ogni amante di Debian e con tendenze bibliografiche e storiche (intendiamoci, "tendenze" poco di moda, ma che stimo sopra moltissime altre!), o con precise necessità tecniche (tipo essere costretto, in barba alla convenzione di Ginevra sui crimini di guerra, a compilare un codice in fortran, per cui è necessaria un vecchio gcc). La cosa diventa particolarmente interessante con una bella dotazione di macchine virtuali, sulle quali chi non vuol provare le Debian più stagionate?! Raccomandiamo di fare ossigenare un'ora per ogni anno d'invecchiamento, prima della degustazione... Forse ho confuso qualcosa...

È supportata la formattazione di partizioni in ext4. Semplificate la creazione di RAID, LVM e partizioni criptate.

Aggiornato anche tasksel con l'aggiunta di voci per i pacchetti di accessibilità per Gnome, per il server ssh (ho installato proprio questa sera una Squeeze, prima di scrivere questo articolo, e quell'opzione è stata una gradevole sorpresa) ed è stato aggiornata l'impostazione per portatili.

Con mia gioia, e secondo quanto già riportato in questo blog, è riportata la notizia del supporto di SheevaPlug, OpenRD-Client e Base della Marvell e dei QNAP TS-110, TS-119, TS-210, TS-219 and TS-219P, tutti basati sulla piattaforma Kirkwood della Marvell.

Per .le (pochissime) restanti modifiche, leggere la parte finale dell'articolo ufficiale della notizia: http://www.debian.org/devel/debian-installer/News/2010/20100221

L'unica nota personale, in aggiunta all'enorme apprezzamento che, prima ancora di scrivere questo articolo e di sapere del rilascio ufficiale, mi ha suscitato l'usare il nuovo installatore, è che l'attuale d-i è basato su kernel 2.6.30, diverso dal kernel 2.6.32 che viene installato con Squeeze. Non è certo un difetto, solo una nota per indicare che dovrà ancora (ritengo) dover essere aggiornato prima del (purtroppo non così prossimo) rilascio di Squeeze.

GipPasso