I miei buoni propositi per il 2009.

Ieri, passando in edicola, ho visto la copertina di una nota rivista GNU/Linux (GNU/Linux Magazine). Dovrebbe contenere al suo interno un articolo sulle macchine virtuali (non lo sò perchè non l'ho acquistata, ora ho troppe spese, magari l'acquisterò dopo le feste). A tal proposito in copertina c'è un titolo: "Windows® chiama Linux", con sottotitolo: "Esegui i due sistemi insieme e falli comunicare per condividere i file".

Io non voglio eseguire i due sistemi insieme, non voglio farli comunicare, non voglio dire a Windows® che files ci sono dentro la mia Debian. Insomma non voglio Windows®, nemmeno per scherzo e nemmeno su una macchina virtuale.

Cosa c'entra questo con il titolo del post? I miei buoni propositi per il 2009 sono esattamente quelli del 2008, del 2007, del 2006, del 2005, ........ :

Continuerò ad utilizzare Software Libero e farò tutto quanto è nelle mie possibilità per farlo conoscere ed apprezzare e, sopratutto, eviterò come la peste i Sistemi Operativi ed i Software Proprietari.

Buon 2009 a tutti. E quando dico "a tutti", intendo proprio "tutti"!

Commenti

Sagge parole...ho trovato

Sagge parole...ho trovato anche io molto di "cattivo gusto" quella copertina e sopratutto quell'articolo....

Forse sarà il caso di farglielo sapere linuxmag@edmaster.it

Saluti

Bah... alla fine le riviste

Bah... alla fine le riviste si centrano su utenti niubbi! (Quasi) mai agli "esperti"

a proposito, qualcuno conosce

a proposito, qualcuno conosce qualche rivista seria e per esperti del settore IT focalizzata sulle tecnologie open ?

GNU/Linux Magazine France e'

GNU/Linux Magazine France e' una spanna sopra. Lo dico perche' acquistavo quella italiana e ora quella francese .
Gli articoli sono molto piu' tecnici e ogni mese ce n'e' sempre uno sul kernel .
Per contro non ha i CD/DVD nella rivista .

Ehm... Linux&C.: è una

Ehm... Linux&C.: è una rivista italiana (fatta in italia!!) che ogni mese ha un DVD DL con qualche distro e gli articoli sono solamente tecnici.

Siete peggio dei talebani...

Siete peggio dei talebani...

Non voglio aprire un flame,

Non voglio aprire un flame, io compravo Linux Magazine e non escludo di comprarla ancora se la trovo dalle mie parti in Italia, vorrei farti notare pero' che ho seguito ai tempi anche la diatriba sulla pubblicita' MS (R) sulla rivista.
E' palese che l'editore puo' benissimo fare pubblicita' MS essendo fonte di entrate, fin qui nessun problema, imho. Il problema nasce quando questa pubblicita' riporta scritte del tipo "La borsa di pinco pallo ha scelto Windows Server e non Linux ..." . Capisci che e' abbastanza fastidiosa per chi e' interessato al free (free as in freedom) software e infatti il lettore intelligente si fa solo quattro risate normalmente. Vorrei far notare tuttavia che in Italia la pubblicita' comparativa e' vietata ed e' abbastanza vigliacco da parte di MS questa cosa, non essendo Linux una compagnia .
E' ovvio che sempre il lettore che paga per leggere articoli sul suo sistema operativo free preferito e' molto poco interessato ad articoli come questi, almeno io lo sono dato che si parla di sistemi operativi non free e da cui grazie a chi scrive free software posso stare lontano (anche sul lavoro).
Naturalmente questo e' il mio pensiero, tuttavia e' mezzo anno che compro la versione francese della rivista e di Windows o altri sistemi chiusi non ricordo traccia .

Correzione: in Italia la

Correzione: in Italia la pubblicita' comparativa non e' vetata (e meno male), scusate .
Il mio pensiero comunque resta quello di trovare abbastanza vigliacco questo tipo di comparazione che MS fa nella sua pubblicita' .