La Sardegna adotta il software libero.

segnalato da galileo75

"La Sardegna spinge sull'acceleratore dell'innovazione con un ddl approvato dalla Giunta che potrebbe diventare legge regionale. E tutta l'Amministrazione Pubblica sarda passerebbe al sistema operativo GNU/Linux. Tra gli aspetti più innovativi contenuti nel disegno vi sono il diritto all'uso delle tecnologie, la partecipazione democratica, l'alfabetizzazione informatica, la ricerca per lo sviluppo delle imprese nel territorio".

http://www.corriere.it/scienze_e_tecnologie/08_ottobre_17/

Aggiungo inoltre che la notizia ha suscitato interesse anche in planet Debian:

http://journal.dedasys.com/articles/2008/10/17/linux-in-sardinia

Commenti

Nell'articolo del corriere

Nell'articolo del corriere qui citato vengono, a mio avviso falsamente, dichiarati alcuni "problemi piuttosto seri" nel passaggio windows-linux che sarebbero:
1) La difficoltà di interfacciare le diverse strutture amministrative
2) La necessità di far virare tutti i comuni e/o organi relazionati con la regione "linuxiana" verso il sistema del pinguino.

Mi sembrano entrambe frasi farneticanti espresse da chi non ha capito che non solo ormai i software, i file e i processi, sono quasi totalmente compatibili tra qualsiasi SO, ma che per di più, se una eventuale compatibilità richiedesse di essere implementata, basterebbe scriverla a costo pressoché nullo sul pinguino o utilizzando software opensource anche su windows.

Ciao
kmarx

[...] da janejacobs su

[...] da janejacobs su Settembre 28, 2008 Un Argentino a Bolzano ha sconfitto il monopolio della Microsoft partendo dalle scuole. Il video qui sotto spiega [...]