Gobuntu: via il software proprietario.

Già con gNewSense (derivata direttamente da Ubuntu) si erano fatti esperimenti in questo senso e anche Richard Stallman nel suo blog consiglia gNewSense. Ora, anche Mark Shuttleworth, fondatore di Ubuntu, annuncia una nuova versione di Ubuntu, che si chiamerà Gobuntu e che conterrà solo programmi a codice aperto. Ottima scelta!

L'articolo completo su Punto Informatico