Forum Debianizzati

Re: Problema Touchpad e Gestion pacchetti

Forum Debianizzati - Ven, 26/01/2018 - 19:49
ciao c_estrena allora il modello della scheda wireless è questa: AirPort Extreme (0x14E4, 0x112). No per quanto riguarda il firmware non mi ha chiesto niente strano infatti vabbè dovrò farmi tutto manualmente.. Si speriamo di migliorare la grafica, ma potrò dirlo solo quando sarà tutto completo... Il comando del quale parli lo devo inserire nel terminale debian?
Categorie: Forum Debianizzati

Re: Problema Touchpad e Gestion pacchetti

Forum Debianizzati - Ven, 26/01/2018 - 19:45
Ciao,
ma che scheda wireless hai?
Nei primi passi dell'installazione non ti ha chiesto se volevi installare il firmware (proprietario) mancante?
Di solito, se non li trova ti chiede di inserirli tramite chiavetta per poter continuare.
Ciononostante potresti mettere l'output del comando (da root):
lspci

così almeno si vede il tuo hardware.
La grafica oldstyle penso sia dovuta a XFCE (un desktop manager leggero) e (forse) alla mancanza dei driver della scheda video. Quando sarà tutto a posto potrai scegliere tra Gnome, KDE e altri dalle apparenze assai meno vetuste (anzi, ho scoperto da poco che Windows 10 ha pure copiato da Gnome Shell!!).
Categorie: Forum Debianizzati

Re:

Forum Debianizzati - Ven, 26/01/2018 - 18:46
c_estrena ha scritto:Ciao,
ti scrivo perché anch'io ho avuto un problema simile (ovvero: portatile compatto senza ethernet Rj45) installando la testing qualche giorno fa.
La mia carta wireless, sebbene fosse riconosciuta grazie al firmware proprietario che aggiungevo, non funzionava correttamente e qualsiasi fosse il mirror da cui volevo scaricare i pacchetti, me lo dava sempre irraggiungibile.
Al posto di tentare complicate installazione offline su un sistema più che minimale (quello della netinst), ho preferito scaricarmi l'iso del CD e scriverla sulla chiavetta.
Magicamente (boh, ammetto che sono solo supposizioni, ma mi chiedo se dipenda dal fatto che la netinst abbia qualche problema con WPA_supplicant, ma questa è un'altra storia), la connessione è andata e i mirror erano raggiungibili.
Ho avuto così un sistema completo molto facilmente.

Ps. anche sul mio pc il touchpad non funzionava, ricorda che durante l'installazione puoi dare da tastiera:
Invio = confermare (ma questo lo si sa)
spazio = per spuntare un'opzione/toglierla
freccine = per spostarsi su e giù tra le opzioni proposte
tab = per selezionare diversi elementi
Ctrl+Alt+F4 = per passere alla consolle con i messaggi del sistema (utile in caso di errore)
Ctrl + Alt+ F3 (o altri numeri) = per aprire una consolle in cui inserire dei comandi
Ctrl + Alt + F5 = per ritornare all'installatore grafico

Detto questo, 50 GB di SWAP mi sembrano troppi e una perdita inutile di spazio.
Per la swap, se vuoi l'ibernazione, scegli la stessa quantità della RAM, altrimenti, soprattutto con un disco SSD e se non sei a corto di RAM, potresti quasi farne a meno (dico quasi perché se non hai RAM sufficiente rischi che il pc si blocchi). Comunque anche fosse il caso, non credo serva superare la stessa quantità di RAM.

Dicci com'è andata e buona debian!


Grazie mille dell'esauriente risposta c_estrena! Ho scaricato questa versione di debian : debian-9.3.0-amd64-xfce-CD-1.iso da questo link https://cdimage.debian.org/debian-cd/cu ... 64/iso-cd/
L'installazione è andata a buon fine e l'interfaccia grafica all'avvio adesso per fortuna la vedo. Persiste però il problema dei pacchetti infatti non sono riuscito ad installarli con il mirror, il touchpad va abbastanza bene anche se non benissimo (se sapete come fare per settarlo mi fareste un gran favore) perchè va un po' a scatti. Anche la scheda wireless non l'ha riconosciuta per niente, quindi adesso come mi consigliate di procedere? scaricare il driver della schede da un'altro sistema per poi installarla da chiavetta su linux?
grazie a tutti non vedo l'ora di aver finito tutto e finalmente iniziare ad usare debian, nonostante la sua grafica old style! HO fatto il ripartizionamento automatico che mi ha diviso l'ssd in 240GB home e 8GB di swap direi perfetto
Categorie: Forum Debianizzati

Re: Stampante scanner Canon Pixma MG2950

Forum Debianizzati - Ven, 26/01/2018 - 17:15
Purtroppo non saprei dirti così al volo (ora non ho sottomano il sistema a cui mi riferisco), ma avevo avuto dei problemi con una stampante scanner Canon Pixma e, purtroppo, l'unica soluzione per farla funzionare era assumere i privilegi di root. Senza (anche inserendo l'utente nei gruppi per la stampa e l'acquisizione) non voleva saperne...
Prova a dare un'occhiata in giro se trovassi qualcosa di simile.
Comunque, sarebbe utile:
- controllare quali siano stati gli aggiornamenti effettuati (cups, o altro);
- vedere se ci sono errori più precisi nei log;
- da CUPS provare a reinstallare i driver.
Buona fortuna
Categorie: Forum Debianizzati

Re: LibreOffice + Google Drive e ThunderBird + GMail

Forum Debianizzati - Ven, 26/01/2018 - 16:47
Ciao,
innanzitutto, sembrerebbe che i due problemi che poni non siano proprio correlati.

A quanto sembra per il primo problema, sembrerebbe esserci un bug che impedisce di accedere a Google Drive.
In realtà si tratta di due problemi; l'uno è relativo alla versioni non recenti di Libreoffice (< 5.2 mi sembra) ed è dovuto al fatto che Libreoffice non supportava la funzione dell'autenticazione in due fasi, l'altro è relativo alle versioni più recenti e riguarda chi non ha attivato l'autenticazione in due fasi.
Almeno questo è quanto avevo trovato io quando avevo riscontrato il problema.
Per Thunderbird e gmail non so dirti, i prodotti google mi fanno impazzire.

Comunque, per ottenere un aiuto più mirato, farebbe comodo qualche elemento in più sulle versioni dei programmi usati, il tuo sistema, i passi fatti e gli errori ottenuti...
Buona fortuna
Categorie: Forum Debianizzati

Re: Alternativa a maltego...

Forum Debianizzati - Ven, 26/01/2018 - 16:28
Ciao,
in realtà ti rispondo senza aver mai usato il software in questione.
Ma perché ti servono "alternative" se il software è disponibile (anche se fuori dai repository) per Debian?

Vuoi dire alternative open-source?
Hai dato un'occhiata ai pacchetti del metapacchetto forensics-all?
https://packages.debian.org/search?suit ... ensics-all
aesfix, aeskeyfind, afflib-tools, bruteforce-salted-openssl, cewl,
chaosreader, crack, crack-md5, dc3dd, dislocker, ed2k-hash,
ewf-tools, exifprobe, ext3grep, ext4magic, extundelete, fcrackzip,
forensics-colorize, galleta, gpart, grokevt, guymager, hashdeep,
hashrat, mac-robber, magicrescue, memdump, metacam, missidentify,
myrescue, nasty, outguess, pasco, pff-tools, pipebench, plaso,
pompem, recoverdm, recoverjpeg, reglookup, rekall-core, rephrase,
rifiuti, rifiuti2, rkhunter, rsakeyfind, safecopy, scalpel,
scrounge-ntfs, shed, sleuthkit, ssdeep, steghide, tableau-parm,
undbx, unhide, unhide.rb, vinetto, volatility, volatility-tools,
winregfs, wipe, yara.
magari tra tutti c'è qualcosa di utile...
Categorie: Forum Debianizzati

Re: debian si blocca non si avvia

Forum Debianizzati - Ven, 26/01/2018 - 16:17
Ciao e benvenuto nell'avventuroso mondo Debian.

In realtà, no, non si capisce molto dalla tua foto.
Per capire quale sia il tuo problema, servirebbe forse sapere qualcosina di più sul pc su cui hai installato (UEFI o BIOS, dischi, partizionamento GTP o MBR, ecc.), come hai installato (con la netinst, da cd, ecc.), se ci sono stati problemi durante l'installazione e a "quale punto" si blocca.
Altrimenti, si direbbe che ci sia un problema disco, ma davvero non posso affermare con i pochi elementi forniti (l'errore non sembra porre problemi per l'avvio).
Il bello di GNU/Linux è che "parla" attraverso ai log e poi possiamo indagare.
Per esempio:
https://www.google.it/search?hl=it&q=MP ... %3Dlang_it

Potresti provare a dare Ctrl+Alt+F1 e poi
su
dmesg |grep error

ma non sapendo a che punto si blocca è un po' difficile sapere se il comando funzionerà.

Dicci qualcosa di più e magari si troverà una soluzione facile!
Categorie: Forum Debianizzati

Re: Problema Touchpad e Gestion pacchetti

Forum Debianizzati - Ven, 26/01/2018 - 16:03
Ciao,
ti scrivo perché anch'io ho avuto un problema simile (ovvero: portatile compatto senza ethernet Rj45) installando la testing qualche giorno fa.
La mia carta wireless, sebbene fosse riconosciuta grazie al firmware proprietario che aggiungevo, non funzionava correttamente e qualsiasi fosse il mirror da cui volevo scaricare i pacchetti, me lo dava sempre irraggiungibile.
Al posto di tentare complicate installazione offline su un sistema più che minimale (quello della netinst), ho preferito scaricarmi l'iso del CD e scriverla sulla chiavetta.
Magicamente (boh, ammetto che sono solo supposizioni, ma mi chiedo se dipenda dal fatto che la netinst abbia qualche problema con WPA_supplicant, ma questa è un'altra storia), la connessione è andata e i mirror erano raggiungibili.
Ho avuto così un sistema completo molto facilmente.

Ps. anche sul mio pc il touchpad non funzionava, ricorda che durante l'installazione puoi dare da tastiera:
Invio = confermare (ma questo lo si sa)
spazio = per spuntare un'opzione/toglierla
freccine = per spostarsi su e giù tra le opzioni proposte
tab = per selezionare diversi elementi
Ctrl+Alt+F4 = per passere alla consolle con i messaggi del sistema (utile in caso di errore)
Ctrl + Alt+ F3 (o altri numeri) = per aprire una consolle in cui inserire dei comandi
Ctrl + Alt + F5 = per ritornare all'installatore grafico

Detto questo, 50 GB di SWAP mi sembrano troppi e una perdita inutile di spazio.
Per la swap, se vuoi l'ibernazione, scegli la stessa quantità della RAM, altrimenti, soprattutto con un disco SSD e se non sei a corto di RAM, potresti quasi farne a meno (dico quasi perché se non hai RAM sufficiente rischi che il pc si blocchi). Comunque anche fosse il caso, non credo serva superare la stessa quantità di RAM.

Dicci com'è andata e buona debian!
Categorie: Forum Debianizzati

Re: Problema Touchpad e Gestion pacchetti

Forum Debianizzati - Ven, 26/01/2018 - 12:58
Aki ha scritto:Il tuo computer è questo ? Confermi che non ha un porta di rete ethernet ?
Se leggi nelle caratteristiche, troverai che esiste una porta "Adattatore da Thunderbolt a Gigabit Ethernet Apple (in vendita separatamente)" a cui collegare un cavetto di pochi cm. che in punta ha una porta femmina RJ45 Ethernet base-t 10/100/1000.
Per le ragioni che sono già state trattate, ti consiglio caldamente di procurarti l'adattatore e di colpo buona parte dei problemi che hai trovato, spariranno.
Categorie: Forum Debianizzati

Texlive da repository sulla partizione /home

Forum Debianizzati - Ven, 26/01/2018 - 12:19
Ciao a tutti,
l'accoppiata Debian + LaTeX mi sembra perfetta per realizzare libretti, tesi, lettere, fatture, preventivi, curricula e quant'altro (non uso matematica, ma la gestione bibliografica e l'impaginazione sono già un motivo sufficiente!).

Da diversi anni mi diletto con questo programma, relegando i word processor alle incombenze per cui le persone con cui collaboro considerano siano necessari ( e, purtroppo mi capita fin troppo spesso).
Tuttavia, non ho ancora trovato il modo ideale per installare TeXLive!

E visto che devo prendere una decisione per il nuovo portatile, chiedo lumi.

I due metodi da me seguiti sono stati:

1) Installazione da CTAN seguendo la guida
http://profs.sci.univr.it/~gregorio/tex ... ubuntu.pdf
I punti positivi:
+ pacchetti aggiornatissimi e quindi supporto sul sito di riferimento per LaTeX in Italia (la prima cosa che viene richiesta su quell'interessantissimo e serissimo forum è proprio di installare tramite CTAN);
+ l'installazione non avviene in / .
I punti negativi:
- ogni qualvolta si voglia installare un pacchetto che porta come dipendenza texlive, bisogna fare attenzione oppure compilarselo a mano;
- politica di aggiornamento che esula da quella di Debian, con l'installazione di pacchetti da altrove;
- ricordarsi di aggiornare/installare i pacchetti texlive tramite l'applicazione prevista allo scopo (tmlgr) e non con apt;
- pasticci possibili nel caso di cambiamenti di versioni texlive (vita vissuta);

2) Installazione dai repository Debian
positivi :
+ coerenza nel sistema;
+ facilità installazione e aggiornamenti;
negativi :
- pacchetti obsoleti per le versioni oldstable e stable (mentre invece per testing, pacchetti ragionevolmente recenti: per dire, ad oggi, il pacchetto texlive è aggiornato al 10.01.2018);
- l'installazione avviene in / occupando molto spazio.
In particolare questo punto mi fa dubitare sull'installazione da apt!
Installando ho creato una partizione diversa per / e per /home e naturalmente quella di / è decisamente più ristretta rispetto alla seconda (25GB/150GB, si tratta di un piccolo disco SSD).
Mi è già capitato di riscontrare problemi dopo aver installato texlive con apt (radice piena) e ho ovviato cancellando la documentazione (un po' come se togliessimo il potente comando man alle nostre distribuzioni, sì ovvio, c'è sempre Internet, ma forse non proprio sempre!).

Chiedo quindi consigli a Debianizzati-LateXiani (dopo aver ricevuto categorici suggerimenti da LateXiani-debianizzati che preferivano comunque l'installazione da CTAN):
* ritenete valida l'installazione dai repository debian (io così direi proprio di sì, soprattutto visto che uso testing);
* come poter installare con apt sulla partizione /home e non /usr/share ? Installo normalmente poi copio e creo un link simbolico? Ci sono altre soluzioni?

Sulla doc, presentano l'esempio per i singoli pacchetti, ma non per la texlive-base (se ho capito bene, ma se qualcuno avesse altre intrerpretazioni le accoglierei volentieri):
https://wiki.debian.org/it/Latex
Pacchetti personalizzati

Se si desidera installare un pacchetto TeX personalizzato che non è già presente nei repository Debian, guardare il sito web di CTAN o il Catalogo TeX Online. Scaricare il pacchetto desiderato ed estrarlo con tar -xvf pippo.tar.gz. Andare nella directory pippo. Se contiene un file pippo.ins, eseguirlo usando LaTeX
latex pippo.ins


Questo comando genera pippo.sty. Ora è necessario copiarlo nell'albero di sistema di LaTeX o nel proprio albero personale. Dopo l'installazione è possibile usare il nuovo pacchetto inserendo \usepackage{pippo} all'inizio del documento.

Intallazione utente

Questo metodo crea un albero texmf personale nella cartella home dell'utente. I file vengono installati solamente per l'utente in questione.

Creare la struttura delle directory:

mkdir -p ~/texmf/tex/latex/pippo


È una buona idea creare sottodirectory in latex distinte per i vari pacchetti personalizzate. Copiare il file pippo.tex appena generato nell'albero. Dopo di cio, aggiornare la cache dei pacchetti LaTeX con

texhash ~/texmf


Installazione di sistema

Questo metodo installa il pacchetto nell'albero LaTeX di sistema. Il nuovo pacchetto è così disponibile per tutti gli utenti.

Creare una nuova directory come utente root
mkdir /usr/share/texmf/tex/latex/pippo



Grazie mille per ogni suggerimento
Categorie: Forum Debianizzati

Re: Problema Touchpad e Gestion pacchetti

Forum Debianizzati - Ven, 26/01/2018 - 10:43
Intanto grazie mille ancora dell’aiuto e della risposta. Anche io avevo pensato potesse essere quello il problema, visto anche che l’installazione è stata molto veloce e non aveva scaricato i componenti aggiuntivi. Quello che mi stai consigliando scusa quindi è provare a configurare il Wi-Fi da terimale, in modo poi da installare i pacchetti con l’interfaccia grafica da apt-get install senza dover re installare di nuovo tutto il sistema operativo da un file immagine con presente anche i file dell’interfaccia grafica, giusto?
Categorie: Forum Debianizzati

Re: Problema Touchpad e Gestion pacchetti

Forum Debianizzati - Ven, 26/01/2018 - 08:29
DebianRubber ha scritto:Sono riuscito ad installare il sistema ma persiste sempre un problema con il mirror dei pacchetti che probabilmente a questo punto dovrò installare successivamente.
La causa di questo, sulla base degli elementi che hai fornito, è che, probabilmente, durante l'installazione l'installatore non è riuscito a configurare la scheda di rete wireless del computer ed, essendo lo stesso sprovvisto di connettore ethernet e quindi essendo impossibilitato a collegarsi alla rete dati via cavo, il sistema operativo è sprovvisto in questo momento della possibilità di collegarsi alla rete dati e, quindi, non non può neppure collegarsi al repository (mirror) da cui intende scaricare gli ulteriori programmi da installare.
DebianRubber ha scritto:Ma la cosa strana che una volta riavviato il pc dopo l’installazione il sistema operativo mi appare come in foto sotto forma di terminale e non grafico, come mai?
L'installatore che hai utilizzato (net-install, "net" sta per "rete") contiene solo un set minimo di programmi (l'indispensabile per avviare un sistema a caratteri) e preleva dalla rete dati (internet) gli ulteriori programmi, compresi quelli per l'interfaccia grafica. Questo non avviene nel Tuo caso poiché il collegamento alla rete dati non è verosimilmente attivo.

Per superare questa difficoltà, potresti effettuare l'analisi della configurazione del sistema da terminale a carattere (se non vuoi re-istallare) oppure reinstallare Debian da un installatore comprensivo della versione grafica (pur senza rete dati) per poi procedere con l'analisi della configurazione per individuarne la causa e tentare di superarla.
Categorie: Forum Debianizzati

debian si blocca non si avvia

Forum Debianizzati - Gio, 25/01/2018 - 19:24
Salve ragazzi, ho provveduto a installare debian. Non ho dual boot con altri sistemi operativi
All'avvio scelgo di caricare debian ma tutto si blocca a un certo punti.
Ho fatto una foto, spero si pssa capire.
Categorie: Forum Debianizzati

Re: Conosciamoci

Forum Debianizzati - Gio, 25/01/2018 - 17:28
Ciao!
Categorie: Forum Debianizzati

Re: indicazioni su indirizzi IP

Forum Debianizzati - Gio, 25/01/2018 - 17:00
In quanto ad ignoranza credo di poterti battere, ma voglio azzardare una ipotesi che mi pare plausibile.
Hai controllato se il modem-router ha attive le impostazioni di sicurezza sul wifi, che prevedono l'accettazione (sulla base del mac address) dei nuovi client?
In tal caso disattiva quella impostazione e dovrebbe accettare qualunque client autenticato.
Ovviamente se vuoi usare l'IP statico, il DHCP deve essere disattivato, oppure prevedere che l'assegnazione dell'IP dinamico inizii da un numero superiore a quello statico, per esempio da 192.168.1.100.
Buona fortuna.
Categorie: Forum Debianizzati

indicazioni su indirizzi IP

Forum Debianizzati - Gio, 25/01/2018 - 12:56
Salve,
Chiedo scusa ma sono relativamente "ignorante" sugli indirizzi di rete assegnate dal router.
Ho alcuni dispositivi collegati al router con indirizzo locale statico assegnato con modifica di interfaces. Tutto OK

Ho installato recentemente un raspberryPi ZERO con dongle WIFI è ho modificato il file interfaces per assegnare un indirizzo statico. In particolare raspizero=192.168.1.90.

Se esegue $ ifconfig mi conferma che WLAN0 ha l'indirizzo assegnato. Il PING e SSH con lo stesso è OK.
Ma se consulto il modem Router mi dice che la connessione WIFI di raspizero è 192 168.1.229 e non mi mostra alcun dispositivo WIFI connesso a 192.168.1.90 ? Entrambi gli indirizzi sono attivi sia con PING che con SSH.

Esiste una spiegazione semplice per un "ignorante" di tale situazione?
Per rendere unico l'indirizzo esiste un rimedio?

Grazie per l'attenzione
Categorie: Forum Debianizzati

Re: Problema Touchpad e Gestion pacchetti

Forum Debianizzati - Gio, 25/01/2018 - 12:36
Sono riuscito ad installare il sistema ma persiste sempre un problema con il mirror dei pacchetti che probabilmente a questo punto dovrò installare successivamente. Ma la cosa strana che una volta riavviato il pc dopo l’installazione il sistema operativo mi appare come in foto sotto forma di terminale e non grafico, come mai?
Il messaggio di errore dei pacchetti è questo: “MIRROR DELL’archivio non valido!! È stato rilevato un errore durante il tentativo di usare il mirror specificato. Possibili motivi: mirror non disponibile o mirror non supportato da questo Debian. “ ho provato tutti i mirror e tutti dicono l’anno stessa cosa.
Categorie: Forum Debianizzati

Re: Problema Touchpad e Gestion pacchetti

Forum Debianizzati - Gio, 25/01/2018 - 12:07
Si confermo che non ha l'ethernet e si è proprio quello. Grazie ora proverò a seguire le istruzioni e poi scriverò di nuovo su questa discussione in caso di problemi. Grazie ancora
Categorie: Forum Debianizzati

Nike Free Run Blau Besten Billige

Forum Debianizzati - Gio, 25/01/2018 - 07:16


Der Nike Free Run Hochrot Online Kaufen hat im Jahr 2015 nicht so viel Liebe bekommen, aber das wird sich zum Besseren ändern, da Nike gerade mit einem hübschen Dreierpaket von Nike Free Run 2.0s veröffentlicht hat. Werfen wir einen Blick auf die Nike Free Run 2.0 "Wildleder" -Packung. Der Nike Free Run 2.0 Low-Top-Sneaker wird entweder in Marine-, Beige oder Bordeaux-Farbe erhältlich sein. Das Obermaterial besteht aus Wildleder und Mesh-Hits, um dem Schuh ein Gefühl von Luxus / Sportlichkeit zu vermitteln. Darunter finden Sie eine kontrastfarbige Nike Free 2.0 Zwischensohle, die Ihnen während des Tragens eine sehr flexible Passform garantiert. Sind Sie ein Profi der Free 2.0 Zwischensohle? Wenn ja, nimmst du das auf?

Heutzutage ist der typische Sneaker für den gemütlichen Boyz normalerweise etwas aus Flyknit. Aber bevor die gestrickte Güte die Sneaker-Kultur im Sturm eroberte, gab es den Nike Free Run Blau Besten Billige. Nikes Free-Technologie ist seit 10 Jahren im Spiel und wurde in diesem Jahr im "Genealogy of Free" -Paket gefeiert, aber es scheint, dass Köpfe erst kürzlich gefangen wurden bis zu seiner Größe dank der Free Run 2. Darunter sitzt eine graue Zwischensohle, gesprenkelt mit kontrastierenden schwarzen Hits, die verhindert, dass der Sneaker eine ermordete Iteration ist, aber immer noch das insgesamt neutrale Farbschema des Läufers beibehält Wenn du diese Momente noch einmal erleben willst, hat dir die Genealogie von Free Pack einen ganz schwarzen Nike Free Run 2 in Mesh, Hyperfuse und synthetischem Nubuk gebracht, mit dem du dich an die guten alten Tage erinnern kannst.

Nach einer Team Red-Variante wird der Nike Free Run Schwarz Billige in seiner neuen Version in dieser Saison in einem weiteren Finish von Khaki / Grey neu interpretiert. Eine Silhouette, die auf die natürliche Bewegungsfreiheit deines Fußes in einer unterstützenden Passform für überlegene Flexibilität und Traktion reagiert Die Ästhetik des Modells besteht aus Mesh und Wildleder mit deutlich größeren Perforationen über dem Vamp. Sein erdiger Farbton wird durch eine Gray-farbige Free-Sohle ergänzt, die für hervorragende Dämpfung und ein leichtes Tragegefühl sorgt. Mit einer dynamischen, lebendigen Palette, die perfekt zu Spring / Summer passt, besteht die Silhouette aus einem einteiligen gewebten Obermaterial sorgt für Komfort, Atmungsaktivität und Stabilität.

Der Nike Free Run Rosa Verkauf hat gerade einen brandneuen Colorway herausgebracht, der in der allseits beliebten Schwarz-Weiß-Ästhetik erscheint. Offiziell als Black / Metallic Pewter bezeichnet, werfen wir einen Blick auf die neueste Farbgebung des Nike Free Run 2.Der Nike Free Run 2 wird in einem schwarzen, gewobenen Obermaterial mit einer Mesh-Zunge und einem tonalen Branding als Ergänzung zum subtilen Look angeboten oben. Das monochromatische Aussehen wird durch die Metallic-Pewter-Hits auf der gesprenkelten Free-Sohle und zweifarbige 3M-Schnürsenkel ausgeglichen. Branding erscheint auf der Zunge und der Seite der Ferse. Über diesen Colorway des Nike Free Run 2 ist nicht viel mehr zu sagen, es ist einfach, aber effektiv.

Der Nike Free Run Weiß Preis ist nicht alt genug, um retro zu werden, aber auch die Produktion hat er nicht komplett eingestellt. Hin und wieder tauchen ein paar Paare aus heiterem Himmel auf, aber das Modell war im letzten Jahr ruhig. Die neuesten sind in einer Packung mit drei Wildleder-Optionen. Wie erwartet, sind sie so gut wie nur möglich. Es scheint, dass diese Auswahl an Sneakers zumindest eine europäische Angelegenheit ist, wie die Leute von Sneakers, einem französischen Blog, beweisen. Aber in der Zwischenzeit ist es erwähnenswert, dass die Free Runs, die in Burgund, Beige und Navy erhältlich sind, ein Premium-Gefühl für sie haben. Sie werden wahrscheinlich von denen, die Turnschuhe verrückt sind, und Leuten, die einfach nur in den Sneaker-Trend einsteigen wollen, aufgespürt.
Categorie: Forum Debianizzati

adidas equipment White Online Shopping

Forum Debianizzati - Gio, 25/01/2018 - 07:15


Although I can’t fit this particular pair, anyone who does wear GS sizes should not be sleeping on this pair. The adidas equipment Green at Wholesale Price Chalk White comes with an off-White mesh upper that’s then paired up with snakeskin-embossed synthetic suede overlays resulting in very luxe and premium feel.Initially previewed in a light grey/white theme, the adidas EQT Support Ultra Boost is now introduced in a colorway that is part of the brand’s “Turbo Red” collection for this month. Details such as the webbed three stripes lacing system and asymmetric tongue define the composition, while turbo red accents is prominent on the heel counter and inner lateral section, via its lacing apparatus.

The adidas equipment White Online Shopping is poised to be one of the biggest sneaker stories of 2017. And as the brand prepares to release the first rollout of the spring/summer collection next week, it’s certain it’ll captivate the community at large.What’s to follow will be equally refreshing, as a first look at this adidas EQT Support ADV “Camo Pack” is visibly stunning. Adidas doesn’t need a BAPE collaboration to do camo right as proven here. Both green and white iterations highlight a mesh fabrication married to traditional TPU overlays that wrap the heel construction while a woodland camouflage oozes across the upper.Nothing that is not.

The‘Turbo Red’pack ushered in a wave of adidas equipment Black 2018 New Product that (among numerous other tweaks) supplanted EVA Foam with Boost and Suede with Primeknit. Everything that made the Support a hit in the early 90s is on display in this pack, although expertly tweaked to perfection.The OG running style has been jazzed up for the modern-day grind.The shoe still features a few spots of ‘Turbo Red’, which sit comfortably alongside the olive green upper, while the black supports and white midsole tie the whole shoe together with precision.The spring/summer 2017 offering in “Turbo Red” was widely accepted by the sneaker community at large.

Today we get our first look at the latest collab between BAIT and adidas. Dubbed the BAIT x adidas equipment Ivory Lowest Price, not only does it come in Triple White fashion, but it also comes with an upper that glows in the dark. adidas has been on fire lately with their EQT line and we now give you a look at another sneaker from the collection with the EQT Support Refined.The Support Refined from the ETQ line features a mesh upper with nubuck overlays for some added luxury. This particular pair comes done in all-white throughout the upper with grey camoufalge detailing on the overlays. Subtle touches of Black and Turbo Red add some contrast to the shoe and provide it with that much-needed pop.

The adidas equipment Multicolor for Sale has been one of adidas most underrated sneakers of 2016. Why? I’m not really sure. Maybe the fact they don’t come equipped with Boost or Primeknit technology may cause people to not pay as much attention to them as they should be. But that’s all about to change as the sleek runner is set to release with a new Primeknit upper soon (with a Boost pair expected in 2017).Today we take a first look at the adidas EQT Support ADV Primeknit in a black and white colorway. Equipped with a new breathable Primeknit upper, the EQT ADV Support has added hits of black on the heel while resting atop a white rubber sole unit.
Categorie: Forum Debianizzati
Condividi contenuti