Forum Debianizzati

Installare win10 e debian9 in dual boot su diversi hard disk

Forum Debianizzati - Dom, 08/04/2018 - 12:54
Ciao a tutti,

sono un debianista alle prime armi senza vere e proprie competenze informatiche, mi scuso in anticipo se sarò impreciso o poco chiaro.

Ho un computer Asus con due hard disk. Sul disco principale da 1TB ho installato Fedora, sul disco secondario da 128GB Debian9. Non utilizzo quasi mai Fedora e mi trovo molto bene con Debian, inoltre ho bisogno di avere a disposizione anche un sistema operativo Windows. Perciò vorrei installare Windows 10 sul primo disco al posto di Fedora, mantenendo Debian in dual boot.

Il problema è che se installassi Windows 10 sul primo disco perderei il bootloader di Fedora, che per il momento mi permette di scegliere tra i sistemi operativi. Questo significa che non potrei più usare Debian, perché il suo bootloader si trova sul secondo disco: al suo avvio, il computer caricherebbe subito l'immagine di Windows, senza cercare altri sistemi operativi installati.

Perciò la domanda è: come posso installare Windows formattando il primo disco, senza perdere l'accesso a Debian che si trova sul secondo disco?

Grazie mille per l'aiuto!
Categorie: Forum Debianizzati

Re: Schema partizionamento installazione

Forum Debianizzati - Dom, 08/04/2018 - 11:18
Grazie Aki per la risposta e per i riferimenti.

Categorie: Forum Debianizzati

Re: Help password utente

Forum Debianizzati - Dom, 08/04/2018 - 10:39
Se quando torni a casa le chiavi non aprono la porta, e le chiavi sono integre come anche la serratura, vuol dire che qualcuno ha cambiato la serratura.
Categorie: Forum Debianizzati

Re: Inserire un heredoc interattivamente in uno script

Forum Debianizzati - Dom, 08/04/2018 - 10:24
Bileygr ha scritto:Ho trovato il modo di far funzionare lo heredoc (anche se non ho ben compreso per quale motivo in un modo funzioni e nell' altro no); Anzichè fare:
cat << EOF > file.txt
se faccio
cat > file.txt
lo script mi da il prompt per poter inserire il mio testo.
il secondo costrutto non è un "here document", ma la ridirezione dello standard input al file file.txt tramite il comando cat.

Bileygr ha scritto:L' unico inconveniente è che per uscire devo dare Ctrl-D su una nuova linea, perchè se do Ctrl-D su una riga con testo, tutto quello che è stato digitato da dopo l' ultimo enter ovviamente non viene rediretto nel file.txt.
Non mi risulta questo comportamento, quello che mi risulta è che se non impartisci l'ultimo "return" devi premere due volte CTRL-D.

Bileygr ha scritto:ci scrivo dentro un testo di una cinquantina di parole, affinchè funzioni devo scrivere tutto su una riga (altrimenti con enter esce), e mi ritrovo con una variabile inguardabile di nome e di fatto... [..] chiedevo se esista un comando che permetta di prendere una stringa arbitrariamente lunga in ingresso e la rediriga in un file, che funzioni all' interno di uno script.
Da quanto scrivi, sembra che tu desideri anche di poter effettuare un editing multiline, oltre che poter digitare una stringa arbitrariamente lunga; a tal fine, puoi usare il comando dialog dell'omonimo pacchetto (da installare preventivamente); ad esempio:
dialog --editbox file.txt 10 40 2>file.txt
Categorie: Forum Debianizzati

Re: Schema partizionamento installazione

Forum Debianizzati - Dom, 08/04/2018 - 04:11
Trovi i suggerimenti sugli schemi di partizionamento, anche in termini di dimensioni delle partizioni, per Debian qui: https://www.debian.org/releases/stable/amd64/apc.html.it. Rispetto alla tabella che hai presentato, che può rappresentare una soluzione generica, la directory /usr deve essere inclusa nella partizione / . Se desideri consultare le regole utilizzate dall’installatore Debian, sono consultabili nel codice sorgente dello stesso all’indirizzo https://sources.debian.org/src/partman-auto/144/ (il formato dei file è documentato in https://sources.debian.org/src/debian-installer/20171204/doc/devel/partman-auto-recipe.txt/)
Categorie: Forum Debianizzati

[RISOLTO] Schema partizionamento installazione

Forum Debianizzati - Dom, 08/04/2018 - 00:42
Salve a tutti.

Cercando su internet, ho trovato diversi approcci sullo spazio da destinare alle partizioni in fase d'installazione.

Tuttavia, stavo cercando un algoritmo generico da applicare alla quantità di HDD disponibile per l'installazione, immaginando di disporre di due HDD delle stesse dimensioni in RAID 1.

Assumendo di destinare a [/boot] una partizione fissa da 500 [MiB], ho immaginato di creare le seguenti partizioni: [/], [home], [opt], [tmp], [usr], [var].

Il calcolo dello spazio da destinare a quest'ultime è dato dalla seguente formula:

q[GiB] = 4*x[TiB]*k[GiB] dove,

q = quantità di spazio dell'HDD da destinare alle partizioni di cui sopra, espresso in GiB;
x = quantità di spazio totale dell'HDD espresso in TiB;
k = coefficiente di attribuzione directory espresso in GiB.

Per [/] e [home] k=20,
per [opt], [tmp] e [usr] k=10,
per [var] k=125.

Per la SWAP, ho immaginato di destinare 50 [GiB] da suddividere in base alla RAM disponibile, secondo quanto trovato su internet:

RAM inferiore o uguale a 4[GiB] -> SWAP 2 [GiB],
RAM compresa tra 4[GiB] e 16 [GiB] -> SWAP 4 [GiB],
RAM compresa tra 16[GiB] e 64 [GiB] -> SWAP 8 [GiB],
RAM compresa tra 64[GiB] e 256 [GiB] -> SWAP 16 [GiB],
RAM compresa tra 256[GiB] e 512 [GiB] -> SWAP 32 [GiB],

il disavanzo resta spazio non allocato per future destinazioni.

Ho immaginato per la [var], destinazioni tipiche per log, webserver, sharefolder, ecc ..., pertanto maggior spazio possibile.

In allegato la tabella riassuntiva per HDD da 250 [GiB], 500 [GiB], 1, 2, 3, 4, 5, 6, 8, 10 e 12 [TiB].

Nella speranza di essere stato chiaro, mi farebbe piacere la vostra opinione in merito alle quantità di spazio disco proposte per le directory, in base all'HDD disponibile.

Può aver senso il mio approccio o è preferibile destinare spazio alle partizioni caso per caso?

Grazie,

Emanuele.
Categorie: Forum Debianizzati

Re: Aprire file come root tramite Thunar con editor differen

Forum Debianizzati - Dom, 08/04/2018 - 00:13
alexspecialex ha scritto:Nello specifico Thunar è effettivamente il file manager di XFCE, ma "thunar" scritto in un terminale è il comando che lo esegueidem per qualsiasi applicazione tu voglia avviare da terminale, editor, browser, ecc..., cioè lanci un'applicazione.
Sono le medesime istruzioni contenute nei file .desktop, che ti servono per i menu.

alexspecialex ha scritto: e come tutti i comandi ha delle opzioni Come sopra, ogni applicazione ha una sintassi che può essere utilizzata sia da terminale che/o come lanciatore per ottenere uno scopo.
Esempio un debug, un safebrowser, un help ecc...

alexspecialex ha scritto:queste opzioni possono aprire directory o anche file come recita il manuale richiamabile tramite
man thunar

sotto la sezione "Invocazione":
"Thunar takes a list of URIs for folders that should be opened in new file manager windows or files that should be run using the default application for their types."Riportala per intero
INVOCATION
Thunar takes a list of URIs for folders that should be opened in new file manager windows or files that should be run using the default application for their types. The URIs may be specified as either file: or trash: URIs, absolute paths or paths relative to the current directory from which Thunar is being invoked. If no URIs are specified, the current folder will be opened in a new file manager window.

alexspecialex ha scritto:Puoi provare semplicemente facendo seguire il path di un file al comando thunar e vedrai che tutto funzionaAppunto ci inserisci un percorso, che con il semplice comando che stiamo analizzando non è presente.
Una conto è
gksu thunar
un altro è
gksu thunar nome-file.estensione

Sia chiaro che mi sto semplicemente confrontando con te, posso o meno sbagliare.
Sarà l'abitudine, per aprire i file come root preferisco utilizzare il terminale specificando il programma da utilizzare.

alexspecialex ha scritto:gksudo o gksu sono solo delle aggiunte per fare la stessa cosa da interfaccia grafica e con i privilegi di root.Fortunatamente ne sono a conoscenza da un po' a cosa servono. Più che "aggiunte" direi comando specifico per avviare e utilizzare "su" e "sudo" tramite interfaccia grafica (ossia è una gui per su e sudo), per lavorare con privilegi amministrativi come tu stesso hai riportato.
Categorie: Forum Debianizzati

Re: Inserire un heredoc interattivamente in uno script

Forum Debianizzati - Sab, 07/04/2018 - 21:53
Grazie per la risposta Aki. Quello che serve a me non è inserire un altro script nello script principale, ma è un comando che funzioni come il read, solo che anzichè salvare il contenuto digitato da tastiera in una variabile lo rediriga in un file.
Cerco di spiegarmi meglio:

read -p "Scrivi il tuo nome: " NOME


In questo caso il nome è una parola sola (massimo due) e va benissimo il comando read che mi salva lo stdin nella variabile NOME.
Se però devo fare:
read -p "Immetti una breve descrizione: " VARIABILE_INGUARDABILE

e ci scrivo dentro un testo di una cinquantina di parole, affinchè funzioni devo scrivere tutto su una riga (altrimenti con enter esce), e mi ritrovo con una variabile inguardabile di nome e di fatto... Se inoltre nel prosieguo dello script ho necessità di formattare il testo introdotto, devo redirigere il contenuto della variabille in un file:

 echo $VARIABILE_INGUARDABILE > file.txt


Tutto ciò per funzionare funziona, ma di sicuro non è il modo più elegante e furbo per farlo (soprattutto per il fatto che se ti "scappa" un enter nel tentativo di andare a capo ti chiude lo stdin anzitempo...).

Ho trovato il modo di far funzionare lo heredoc (anche se non ho ben compreso per quale motivo in un modo funzioni e nell' altro no):

Anzichè fare

cat << EOF > file.txt


se faccio

cat > file.txt


lo script mi da il prompt per poter inserire il mio testo. L' unico inconveniente è che per uscire devo dare Ctrl-D su una nuova linea, perchè se do Ctrl-D su una riga con testo, tutto quello che è stato digitato da dopo l' ultimo enter ovviamente non viene rediretto nel file.txt. Questa soluzione è meglio della precedente ma non è il massimo proprio per quest' ultimo inconveniente.

Quello che chiedevo era se esista un comando che permetta di prendere una stringa arbitrariamente lunga in ingresso e la rediriga in un file, che funzioni all' interno di uno script.
Categorie: Forum Debianizzati

Re: Aprire file come root tramite Thunar con editor differen

Forum Debianizzati - Sab, 07/04/2018 - 20:07
Selky ha scritto:Comunque hai risolto, l'importante è questo.

Certo, l'importante è quello ovviamente ci tengo solo ad essere preciso dato che lo scopo del forum è informare e altre persone potrebbero leggere.
Nello specifico Thunar è effettivamente il file manager di XFCE, ma "thunar" scritto in un terminale è il comando che lo esegue, e come tutti i comandi ha delle opzioni, queste opzioni possono aprire directory o anche file come recita il manuale richiamabile tramite
man thunar

sotto la sezione "Invocazione":
"Thunar takes a list of URIs for folders that should be opened in new file manager windows or files that should be run using the default application for their types."

Puoi provare semplicemente facendo seguire il path di un file al comando thunar e vedrai che tutto funziona, gksudo o gksu sono solo delle aggiunte per fare la stessa cosa da interfaccia grafica e con i privilegi di root.
Categorie: Forum Debianizzati

Re: Critica sulla moderazione del forum

Forum Debianizzati - Sab, 07/04/2018 - 19:58
Per me va bene, come preferisci
Categorie: Forum Debianizzati

Re: MPU-401 device not found or device busy

Forum Debianizzati - Sab, 07/04/2018 - 18:33
@Simo84: quando possibile, puoi aggiornare la discussione ?
Categorie: Forum Debianizzati

Re: Inserire un heredoc interattivamente in uno script

Forum Debianizzati - Sab, 07/04/2018 - 18:30
Bileygr ha scritto:sto cercando un modo per inserire un breve testo all' interno di uno script. [..]b di solito utilizzo un heredoc, [..] Come è possibile fare una cosa del genere? [..]
Il costrutto dello "Here Document" non serve ad ottenere quanto da te indicato, né è possibile modificare con tale costrutto lo script in esecuzione senza che l'interprete dello stesso ne tenga conto; puoi, invece, utilizzare il "built-in" source per inserire dinamicamente altri script all’interno dello script principale.
Categorie: Forum Debianizzati

Inserire un heredoc interattivamente in uno script

Forum Debianizzati - Sab, 07/04/2018 - 17:56
Ciao,
Come da titolo, sto cercando un modo per inserire un breve testo all' interno di uno script. Se io devo creare un file che contiene un testo, breve o lungo che sia, di solito utilizzo un heredoc, una cosa così insomma:

cat << EOF > file.txt


A quel punto la shell mi propone un prompt in cui io posso scrivere quello che devo, e quando digito EOF esce salvandomi quello che ho scritto in file.txt.

Purtroppo il comando non funziona all' interno di uno script, che da un warning in cui dice di aspettare un EOF, crea il file file.txt ma ovviamente è vuoto.

Come è possibile fare una cosa del genere? Potrei utilizzare il comando read, ma dovrei scrivere tutto su una riga, uscendo con enter; ciò mi salverebbe tutto in una variabile, ma francamente la ritengo una porcata...

grazie
Categorie: Forum Debianizzati

Re: Critica sulla moderazione del forum

Forum Debianizzati - Sab, 07/04/2018 - 09:00
alexspecialex ha scritto:Io non ho nulla contro Aki del quale tra l'altro ho letto tantissimi post come utente attivo o meno
Anche perché Aki è uno degli utenti fissi più attivi e preparati, dedica molto tempo a debianizzati
alexspecialex ha scritto:e non vorrei far passare l'immagine che sono uno polemico o simili perché non è affatto così
Ne sono sicuro , ma per iscritto, senza espressioni facciali e in un messaggio pubblico il rischio di fraintendimento è elevato
alexspecialex ha scritto:Tutto qui, sottolineo che non volevo offendere nessuno e riguardo alla tua ultima citazione forse sì, non mi sarò espresso nel migliore dei modi ma mi concedo qualche defiance quando motivata da una giornata stancante.
Ci può stare
alexspecialex ha scritto:semplicemente è uno sfogo personale
Che ne dici se cancello questo post facciamo finta di niente? Penso che abbiano letto tutti coloro ai quali volevi far arrivare il messagio
Categorie: Forum Debianizzati

Re: Aprire file come root tramite Thunar con editor differen

Forum Debianizzati - Ven, 06/04/2018 - 23:42
alexspecialex ha scritto:Selky ha scritto:Rimane il fatto che vuoi imporre a un comando che serve per aprire il gestore di file (thunar) l'apertura di file testo o altro.

Non mi sembra una forzatura in quanto il comando "thunar" di per sé può essere utilizzato anche da terminale per aprire file e non solo cartelle
"Thunar" non è un comando è il gestore di file specifico di Xfce (volendo lo si può utilizzare anche in maniera indipendente da Xfce) come Nautilus lo è per GNOME, Dolphin per KDE e Esplora Risorse per Windows (se ancora si chiama così).

Con
gksu thunar
, nel tuo caso gksudo, non riesco ad aprire file di testo (questi ho provato) ne da terminale ne da menu e il motivo per me è logico.
È solo una mia idea e tale rimane.

Comunque hai risolto, l'importante è questo.
Categorie: Forum Debianizzati

Re: Aprire file come root tramite Thunar con editor differen

Forum Debianizzati - Ven, 06/04/2018 - 20:09
Selky ha scritto:Come ti ho spiegato qua viewtopic.php?f=15&t=54387&sid=e901898ea7d548d81ccc1e0bb1b1fbab#p213385

Se dopo aver aperto thunar con permessi amministrativi, effettuando clic destro sul file utilizzi "proprietà" e da qui in "apri con" scegli cosa usare, modifichi definitivamente il programma da utilizzare...

Forse non mi sono spiegato bene, ti sembrerà assurdo ma ovviamente avevo già provato e non so dirti il perché, ma facendo così non cambiava nulla, sul momento mi apriva il file con l'editor che dicevo io, ma successivamente usando il doppio click continuava comunque ad aprirmeli con LibreOffice.


Selky ha scritto:Rimane il fatto che vuoi imporre a un comando che serve per aprire il gestore di file (thunar) l'apertura di file testo o altro.

Non mi sembra una forzatura in quanto il comando "thunar" di per sé può essere utilizzato anche da terminale per aprire file e non solo cartelle (la differenza dal comando da te dato è che apre il file con l'editor di default), al di là di "gksudo", gksudo è solo una cosa in più per dire che quello che "thunar" fa già di suo deve farlo "graficamente".

Ciao, buona serata.
Categorie: Forum Debianizzati

Re: Aprire file come root tramite Thunar con editor differen

Forum Debianizzati - Ven, 06/04/2018 - 15:50
Come ti ho spiegato qua viewtopic.php?f=15&t=54387&sid=e901898ea7d548d81ccc1e0bb1b1fbab#p213385

Se dopo aver aperto thunar con permessi amministrativi, effettuando clic destro sul file utilizzi "proprietà" e da qui in "apri con" scegli cosa usare, modifichi definitivamente il programma da utilizzare di default senza bisogna modificare l'elenco delle applicazioni predefinite dall'utente root.

Comunque hai trovato la tua soluzione. Non la condivido ma la rispetto.
Rimane il fatto che vuoi imporre a un comando che serve per aprire il gestore di file (thunar) l'apertura di file testo o altro.
Se da terminale dai
gksu thunar
visualizzi la finestra per la password e, una volta immessa, ti si avvia come root thunar. Nulla di più nulla di meno.
Se da terminale vuoi aprire un file di testo con mousepad come root, utilizzi
gksu mousepad nome_file

Sono due "azioni differenti" che prevedono istruzioni diverse.

Ciao, buona giornata.
Categorie: Forum Debianizzati

Ruby 2.5 rompe dipendenze delle gems

Forum Debianizzati - Ven, 06/04/2018 - 10:52
Ciao a tutti,
è da un po' che sto imparando ruby on rails per curiosità e mi sono scontrato con un classico problema di librerie. Brevemente, ho due versioni della stesa gem (libreria di ruby) ma non riesco a far capire a certi comandi che possono usare la versione più vecchia. Ora passo a descriverlo nel dettaglio, ma premetto che non è un problema grave in quanto l'unica applicazione non più funzionante mi serve solo per imparare e nel frattempo posso omettere questa gem (si occupa di produrre documentazione). Il mio problema è simile a quest'altro, che però non è stato risolto: viewtopic.php?f=5&t=50109

Passando ai dettagli: pochi giorni fa è arrivato ruby 2.5 su testing, ma l'aggiornamento ha rotto alcune dipendenze. In particolare, ruby 2.5 fornisce la seguente versione della gem rdoc:
$ gem list --local rdoc
rdoc (default: 6.0.1)

mentre la gem sdoc dipende da una versione precedente:
$ gem dependency sdoc
Gem sdoc-0.4.1
  bundler (~> 1.3, development)
  json (>= 1.7.7, ~> 1.7)
  minitest (~> 4.0, development)
  rake (>= 0, development)
  rdoc (~> 4.0)

Il simbolo '~>' indica che può cambiare l'ultima cifra del numero di versione ma non quelle precedenti, equivale a (>= 4.0 and < 5.0). In particolare, si vede dall'ultima riga come la versione 6.0.1 fornita da ruby 2.5 non soddisfi questa dipendenza. Risulta dunque impossibile usare la gem sdoc. Ho pensato quindi di reinstallare anche la versione 2.3 di ruby, che fornisce
$ gem2.3 list --local rdoc
rdoc (4.2.1)

Sul sistema è quindi presente una versione adatta della gem rdoc ma pare che non sia rilevata: il comando gem (che di default richiama gem2.5) non mostra questa versione, il comando bundle/bundler non la trova nel sistema (perchè ancora una volta si appoggia a ruby 2.5) e così via.

Ora, per risolvere questo problema ho pensato di cambiare il default di "ruby" a "ruby2.3" invece che alla versione 2.5. Tuttavia questa scelta non è gestita da update-alternatives, quindi mi trovo nella condizione di non sapere come fare. Anche il pacchetto rbenv, che dovrebbe servire a questo scopo, non è di aiuto, in quanto mostra come unica versione disponibile dell'interprete la 2.5. Mi rivolgo a voi nella speranza che sappiate indicarmi un modo per:
  • far vedere al sistema anche la versione 4.2.1 di rdoc, oppure
  • impostare ruby 2.3 come interprete di default del sistema
Grazie in anticipo
Categorie: Forum Debianizzati

Re: Aprire file come root tramite Thunar con editor differen

Forum Debianizzati - Ven, 06/04/2018 - 08:20
Ahh ecco non ci stavamo capendo, stavamo parlando di due cose diverse.
Quello di cui parli tu, ossia aprire la cartella come root e poi aprire il file normalmente, era quello che facevo anche io prima di risolvere questo "problema", quello che volevo fare io invece era usare la stessa azione sia per aprire cartelle che per aprire i file, infatti nelle impostazione o spuntato anche la voce file, oltre a quella delle cartelle, diversamente da come mi sembra che abbia fatto tu.
Preferisco questo modo sia per mio gusto personale, sia perché ogni volta che entravo nella cartella come root e aprivo un file spuntando la voce "Usa applicazione come predefinita", rimaneva sempre e comunque LibreOffice quella predefinita quindi ogni volta doveva fare "Apri con.." e non potevo usare un semplice doppio click, è vero che anche ora non basta un semplice doppio click ma devo fare "Apri come root", però almeno la cartella la apro con un semplice doppio click senza dover "perdere tempo" per aprire anche quella dal menu contestuale, senza contare che ora non posso verificare perché sono su un altro sistema senza XFCE e senza le azione personalizzate del file manager, ma se non sbaglio aprendo una cartella come root apre anche un'altra finestra di Thunar, il che ha senso dovendo eseguire un'altra istanza del programma ma con il comando gksudo, e questo comportamento che si verificava anche quando non era necessario non mi piaceva.

Riguardo sudo grazie delle info ma nel mio caso era già attivo perché non avevo abilitato l'utente root in fase di installazione, ma l'ho fatto successivamente.
Categorie: Forum Debianizzati

Re: Aprire file come root tramite Thunar con editor differen

Forum Debianizzati - Gio, 05/04/2018 - 23:23
Non ci stiamo capendo, probabilmente per colpa mia che non ho specificato bene nella spiegazione data.

Non vuoi utilizzare due azioni personalizzate (una per le directory e una per editare file) ma una sola
alexspecialex ha scritto:premetto che so di poter utilizzare due script differenti e crearne uno ad hoc per aprire i file con determinati editor... e va bene.
In questo caso basta aprire la directory come root e una volta dentro editare un file con "apri con" ovviamente questo avviene come root perché la stai (la cartella contenente il file) visualizzando come tale.
Tra l'altro il comando utilizzato nell'azione personalizzata è specifico per aprire esclusivamente il file manager con permessi amministrativi e non per editare un file. L'unica voce di visibilità da selezionare correttamente è "cartelle" e non anche file. Devi aprire thunar, non mousepad o altro editor
gksu thunar %f
nel tuo caso gksudo.

Per correttezza non stiamo parlando di script, questi ultimi sono altro genere di cose. Le semplici azioni che stiamo discutendo sono in un file xml (uca.xml) presente in ".config/Thunar/"

Consiglio personale, https://docs.xfce.org/xfce/thunar/custom-actions
del team di Xfce, semplice, corretto e affidabile.

Il mio sistema è impostato normalmente, sudo non è abilitato di default lo devi volere te.
http://guide.debianizzati.org/index.php/Sudo

Prova a dare un'occhiata a questa guida di debianizzati, magari trovi informazioni interessanti che io ignoro non utilizzandolo:
http://guide.debianizzati.org/index.php/Guida_a_Sudo
Categorie: Forum Debianizzati
Condividi contenuti